Image Alt

comune di roma Tag

Roma, 30 dic. (Adnkronos) - Dopo quasi un anno dall'uscita del dossier 'Dalla strada alla casa', il rapporto di Nonna Roma sui senza dimora nella Capitale, un ulteriore passo avanti nell'inversione del paradigma sull'analisi e la gestione del fenomeno dei senza dimora nella nostra città. La giunta capitolina ha, infatti, approvato la delibera che prevede la stipula di un protocollo tra il Campidoglio e l'Istat per la realizzazione di un censimento degli homeless a Roma. La prima indagine sui senza dimora risale al 2011 ed

Con la direttiva n. 1/2022 il sindaco di Roma Capitale ha definito i criteri per individuare chi, tra le persone che vivono all’interno di immobili occupati, potrà ottenere la residenza. Si tratta di una decisione importante e coraggiosa. Dall’entrata in vigore del decreto legge 47/2014 - il cosiddetto decreto Renzi-Lupi - chi abita, occupa “abusivamente” è escluso dalla possibilità di ottenere l’iscrizione anagrafica e, di conseguenza, di esercitare un’ampia sfera di diritti. In seguito, il legislatore del 2017 ha introdotto la possibilità di derogare

Il presidente del Municipio VI, attraverso una memoria di giunta, annuncia di dare disposizione all'Ufficio Anagrafe del proprio Municipio di disattendere quanto prevede la delibera 1/2022 sull'applicazione della deroga all'Art. 5 del Decreto Lupi. A proposito di legalità sbandierata, questo è un atto illegittimo e osceno. La delibera del Sindaco Gualtieri, ottenuta dopo una lunga battaglia di associazioni e movimenti, rappresenta finalmente una risposta al problema di migliaia di persone costrette per necessità ad occupare un alloggio e che da quasi 9 anni non possono stabilire

30 amministratori chiedono a Gualtieri il superamento dell'art. 5 del Decreto Lupi che impedisce il diritto alla residenza alle persone Oggi 30 esponenti istituzionale tra consiglieri municipali e assessori attraversano una nota a prima firma Luca Blasi, Assessore alle politiche abitative Municipio 3 e Filippo Riniolo, consigliere del municipio 5, chiedono che venga immediatamente attuato quanto previsto dalla mozione approvata in consiglio comunale tanti municipi circa l’applicazione della deroga all’articolo cinque che non permette a migliaia di persone della nostra città di accedere alla residenza

MUNICIPIO ROMA IX APPROVA RISOLUZIONE SUL SUPERAMENTO DELL’ATTUALE PROCEDURA DI ISCRIZIONE ANAGRAFICA PER I SENZA DIMORA Anche il Consiglio del Municipio Roma IX, grazie alla Consigliera Municipale Patrizia De Vivo, ha approvato il 12 luglio scorso, una Risoluzione che riprende il contenuto della Mozione proposta da Nonna Roma per il superamento dell’attuale procedura di iscrizione anagrafica per i senza dimora, ossia la residenza fittizia. Come più volte denunciato negli scorsi mesi, l’attuale procedura comporta che i richiedenti impieghino anche più di 6 mesi per ottenere

Apprendiamo con soddisfazione che il Consiglio del Municipio Roma X ha approvato il 9 giugno scorso, una mozione a prima firma del Consigliere Marco Possanzini in linea con quella da noi proposta per il superamento dell’attuale procedura di iscrizione anagrafica per i senza dimora, ossia la residenza fittizia. Con l’attuale procedura chi è senza dimora impiega anche più di 6 mesi per ottenere l’iscrizione anagrafica e a questo consegue l’impossibilità di godere di tutti quei diritti connessi alla residenza quale ad esempio la salute e

Il consiglio comunale di Roma ha approvato il 7 giugno 2022 una mozione che impegna il sindaco e gli assessori a derogare all’articolo 5 del decreto Renzi-Lupi - che esclude dalla residenza chi vive all'interno di stabili occupati - e a chiedere al legislatore la «modifica» dello stesso. Si tratta di una prima vittoria, parziale ma importante. Il consiglio comunale ha riconosciuto l’urgenza di garantire la residenza e i diritti associati alle persone che, in ragione della propria condizione economica, vivono all’interno di stabili e

Martedì 7 giugno h. 14.30 presidio durante la votazione della mozione sull’articolo 5 del decreto Renzi-Lupi. Per definizione (e in base all’articolo 43 del codice civile), la residenza anagrafica rappresenta una semplice comunicazione all’ente pubblico del luogo in cui si vive, in ottemperanza all’obbligo (stabilito dalla legge 1228 del 1954) di comunicare il luogo reale della propria dimora abituale. Tale dichiarazione consente di esercitare fondamentali diritti sociali, civili, di welfare (come l’accesso a sanità, istruzione, previdenza) connessi all’avere il centro dei propri interessi in un

Bene l'approvazione del Municipio I sulla mozione per il superamento dell'articolo 5 del Decreto Lupi. Il Sindaco ora applichi la deroga generalizzata. Apprendiamo che è stata appena approvata da Consiglio del Municipio Roma 1 una mozione a firma dei consiglieri Auer, Santoloce, Pollicita e Paluello che chiede il superamento dell' articolo 5 del decreto lupi. Esprimiamo soddisfazione per questa passaggio visto che, il testo approvato, ricalca alcune delle proposte contenute nelle mozioni che abbiamo rivolto a tutte le forze politiche in questi giorni appunto sul tema

Giovedì 24 febbraio h 17 assemblea cittadina in Campidoglio. In politica si usa dire che i primi cento giorni di una amministrazione siano cruciali per segnare il passo dell'agenda. Ebbene, a oggi registriamo una disattenzione profonda e ritardi decisivi nelle prime azioni del sindaco Gualtieri per tutto quello che riguarda il diritto alla città. Avvertiamo ancora una grande distanza tra la chi che soffre un disagio sociale enorme e il nuovo governo della Capitale. Un vuoto di attenzione che può risultare devastante anche per migliaia