Image Alt

termini Tag

Apprendiamo che vigilantes e militari alla stazione Termini impediscono o comunque disincentivano le associazioni di volontariato a portare cibo e indumenti alle persone senza dimora. "Dobbiamo difendere gli spazi commerciali" sembra sia la giustificazione. Da quando l'impresa economica viene prima del diritto a vivere di una persona? Sappiamo bene che dormire in stazione non è la soluzione ed è per questo che a più riprese abbiamo chiesto, insieme ad altre associazioni, un intervento strutturale al Comune di Roma che, solamente in questi mesi, stiamo intravedendo grazie ad

Ore 24:00: Inizia una nuova notte in cui è necessario rientrare nelle proprie abitazioni nelle ore notturne (non chiamiamolo "coprifuoco"), ma questo non vale per tutti. Non per gli invisibili che dormono in strada, che non possono accedere regolarmente ai servizi igienici e che difficilmente riescono ad avere un'alimentazione decente. Roma, secondo i dati Istat, è dopo Milano la città in cui si concentra il maggior numero dei circa 51mila senza tetto d'Italia ma, fatta eccezione per le associazioni del terzo settore, a pochi sembra interessare