Image Alt

regione lazio Tag

Giovedì 24 febbraio h 17 assemblea cittadina in Campidoglio. In politica si usa dire che i primi cento giorni di una amministrazione siano cruciali per segnare il passo dell'agenda. Ebbene, a oggi registriamo una disattenzione profonda e ritardi decisivi nelle prime azioni del sindaco Gualtieri per tutto quello che riguarda il diritto alla città. Avvertiamo ancora una grande distanza tra la chi che soffre un disagio sociale enorme e il nuovo governo della Capitale. Un vuoto di attenzione che può risultare devastante anche per migliaia

Sono passati 3 mesi dall'inaugurazione del progetto "Nonna Roma Social Market" promosso insieme ad Arci Roma e finanziato dal bando Comunità Solidali della Regione Lazio. Abbiamo aiutato circa 100 famiglie che oggi non prendono più un pacco preconfezionato, ma fanno la spesa, scegliendo tra prodotti alimentari, per l'igiene personale e la casa, nonché frutta e verdura. Finora il bilancio è più che positivo e vorremmo estendere, nei prossimi mesi, il progetto dell'emporio a tante altre famiglie e sperimentarlo in tanti altri luoghi della città. È una pratica

Gentile Assessore Alessio D’Amato, L'emergenza sanitaria è ancora nel pieno della sua intensità e le nuove varianti che sono comparse in queste settimane preoccupano e mettono in crisi la possibilità per il nostro paese di uscire da que- sta drammatica situazione. Siamo consci come la Regione Lazio sia tra le prime in Italia per numero di vaccinati ed è sotto gli occhi di tutti l'enorme sforzo in tal senso da parte dell’Assessorato, delle Asl e degli operatori sanitari. Tuttavia permangono preoccupanti zone d'ombra: sul nostro

La salute è un bene fondamentale per tutti gli esseri umani ed è importante che tutte le persone siano messe in condizione di poterla tutelare. La Regione Lazio in collaborazione con le ASL e le associazioni come Nonna Roma vuole rendere possibile l'accesso alla vaccinazione anti SARS-Cov2 a tutti coloro che ne vogliono usufruire. Pertanto sono stati previsti percorsi ad hoc anche per coloro che non hanno una tessera sanitaria ma un STP, un ENI o nessun documento. A partire da oggi sarà possibile

Da poco tempo si è insediato il nuovo Prefetto di Roma, Matteo Piantadosi, tra le priorità individuate nel suo primo intervento vi è quello di tornare ad applicare gli sgomberi previsti dal piano prefettizio. Infatti secondo il nuovo rappresentante del Ministero dell’Interno “La proprietà privata è sacra” anche prima del diritto all’abitare delle persone. E' cambiato il governo ed ora il prefetto ma i proclami restano sempre gli stessi, la famosa lista di immobili da sgomberare partorita dalla precedente Prefetta Pantalone non è stata modificata