Image Alt

emergenza abitativa Tag

Il 5 maggio, una delegazione di associazioni del Terzo Settore ha incontrato in Campidoglio l'Assessora alle Politiche sociali e alla Salute, Barbara Funari, e la Presidente della Commissione Politiche sociali e Salute, Nella Converti, per chiedere che l'Amministrazione capitolina provveda al superamento dell'attuale Sistema di iscrizione anagrafica delle persone senza dimora presenti sul territorio di Roma Capitale, previsto dalla Deliberazione n.31 del 3/3/2017. La delegazione, composta da A Buon Diritto Onlus, ActionAid Italia, Avvocato di Strada, CIR Onlus e Nonna Roma, in rappresentanza anche di

La Giunta Capitolina ponga fine all’incontrollato potere del Prefetto. Questa mattina, su ordine del Prefetto - Matteo Piantedosi -, si sta svolgendo una imponente operazione di polizia presso l’ex Fabbrica della Penicillina, già sgomberata nel dicembre del 2018. Oggi, come allora, sono presenti in questo edificio fatiscente centinaia di invisibili, costretti a vivere tra infestazioni di topi, blatte, rifiuti tossici ed amianto. Uomini e donne che hanno ripopolato l’ex Fabbrica dopo essere stati sgomberati dai piccoli accampamenti informali del territorio ed essere stati abbandonati per

Sgombero Via Tallone: chiediamo soluzioni Stamattina, mentre presentavamo il Rapporto “Dalla Strada alla Casa” presso la V Commissione Politiche Sociali del Comune di Roma, ci è arrivata la notizia dello sgombero dell’accampamento informale di Via Tallone. Ci siamo subito recati insieme a MSF presso l’occupazione di via Tallone dove vivevano circa 80 persone, per la maggior parte migranti fuoriusciti dai circuiti dell’accoglienza e/o precedentemente sgomberati da altri accampamenti della zona. Conosciamo bene lo stabile perché abbiamo attivo un lavoro di assistenza socio-legale delle persone presenti in

La nostra città vive una storica condizione di emergenza abitativa che si è notevolmente aggravata con la situazione sociale scaturita dal covid e ad oggi, per via dello sblocco degli sfratti, ci sono almeno 4000 famiglie che rischiano di perdere casa. Il Prefetto Piantedosi non sembra per nulla intenzionato a fermarli. Inoltre nelle ultime settimane è stata resa pubblica la notizia che tre nuove occupazioni abitative, ovvero Torrevecchia, Metropoliz e Spintime, saranno a breve sgomberate e con esse ci saranno centinaia di famiglie a cui servirà

Oggi nella nostra città c’è stato un drastico abbassamento delle temperature e proprio un giorno fa un’altra persona ha perso la vita per il freddo. In queste condizioni risulta essenziale e necessario un intervento condiviso tra associazioni e istituzioni. Proprio questa mattina è stato inaugurato un nuovo centro per senza fissa dimora in Via Galilei 57, grazie ad un percorso di co-progettazione insieme a Arci Pianeta Sonoro - Spazio sociale e Scuola di musica e arti e Akkittate, ACLI di Roma aps e Binario 95

Realtà in rete per i senza fissa dimora del territorio Roma - 11 gennaio 2022 Domani in via Galilei 57 sarà inaugurato un nuovo spazio temporaneo dedicato alle persone fragili e senza dimora grazie ad un percorso di coprogettazione guidato dal I Municipio del Comune di Roma insieme a Nonna Roma, Pianeta Sonoro (promotore del progetto Akkittate! per i senza fissa dimora di Roma), ACLI Roma e Binario 95. L’obiettivo è quello di raggiungere quelle persone che si sono trovate in strada, ma che, attraverso una

Rhomeless è la città dove circa 17mila persone dormono in strada e in condizioni di massima marginalità sociale. Per questo lo scorso inverno abbiamo aperto per la prima volta tre centri per senza fissa dimora in diverse zone della città. Grazie alle nostre volontarie e volontari abbiamo creato una comunità che non ha mai lasciato sole queste persone: non solo un tetto sopra la testa, ma corsi di italiano, avviamento al lavoro e una rete che ha supportato i nostri ospiti nella ricerca di soluzioni

Si riparta dai 5 milioni e mezzo di euro messi a bando per le vulnerabilità e rimasti inutilizzati L’Assessora alle politiche sociali del Comune di Roma, Barbara Funari, ha comunicato, nella serata di ieri, di aver firmato un provvedimento con cui si prevede lo stanziamento ai Municipi di fondi aggiuntivi per l’accoglienza temporanea dei senza fissa dimora, in vista del freddo dei prossimi mesi. Si tratta sicuramente di una buona notizia, che auspichiamo possa trovare la pronta risposta di tutti i Municipi e che speriamo possa

Dare una rapida scorsa ai dati del Ministero dell’Interno sulle esecuzioni di sfratto nel 2019 non può certo farci stare seren*, tanto per citare l’ineffabile Renzi, cattivo maestro nella gestione delle politiche abitative, nonché nemico giurato dei poveri di questo paese. A fronte di decine di migliaia di esecuzioni pre-Covid, e di oltre 80mila provvedimenti accumulatisi dal 2021 ad oggi, i Ministri Lamorgese e Giovannini non sembrano essere affatto preoccupati di ciò che si prospetta. Specialmente il Ministro delle Infrastrutture, pur avendo fatto carriera

Oggi eravamo centinaia di persone all'assemblea davanti all'occupazione di via del Caravaggio su cui pende l’ennesimo sgombero annunciato dal Prefetto Piantedosi. Centinaia di famiglie vivono da anni in questo stabile, sottratto alla speculazione edilizia della famiglia Armellini. In questi giorni stanno sostenendo una difficile trattativa con Ater, Regione Lazio e Comune di Roma, affinché l'uscita da questo posto coincida con l'assegnazione di una casa popolare. Noi siamo al loro fianco perché la casa è un diritto universale. Basta sgomberi. Esigiamo soluzioni degne.