Image Alt

Nonna Roma

Dalle parole ai fatti: 4 mozioni per pretendere un cambio di passo sui senza dimora in città

Dal mese di novembre scorso, Nonna Roma ha avviato la campagna “Rhomless” per denunciare le condizioni di vita di diverse migliaia di persone senza dimora nella nostra città e dare il proprio contributo per cambiare questa situazione.

“Rhomeless” è la città delle disuguaglianze.
La città con 16.000 persone senza dimora; 200 mila persone in emergenza abitativa e, per contro, 35.000 case popolari vuote e 200.000 abitazioni private inutilizzate.
La città del paradosso con numerose case vuote e altrettante famiglie e singole persone senza casa.

Sul piano operativo, abbiamo aperto due Centri nel I Municipio, dove accogliamo circa 23 persone, con cui stiamo avviando dei percorsi complessi, fatti di assistenza legale ed orientamento lavorativo con l’obiettivo di impedire che possano ritornare per strada, una volta che i Centri non saranno più operativi per la fine dell’emergenza freddo!

Sul piano dell’analisi e del percorso vertenziale, il 5 febbraio 2022 abbiamo presentato il nostro primo dossier: “Dalla Strada alla Casa. Un Rapporto sui senza dimora a Roma”. Un dossier, frutto di studi e di ricerca sul campo, in cui ci siamo soffermati: (i) sulla mancanza di statistiche adeguate e regolari; (ii) sui  diritti negati; (iii) sulla necessità di proporre un piano di accoglienza permanente ed integrato, che superi l’emergenzialità, avanzando proposte puntuali a tutte le amministrazioni coinvolte.

In quest’ultimo mese, abbiamo presentato il Rapporto, prima in Commissione Politiche Sociali del Comune di Roma e poi nelle relative Commissioni di alcuni Municipi.

Oggi abbiamo deciso di fare un passo ulteriore, mettendo a disposizione delle forze politiche e dei gruppi consiliari, sia a livello municipale che cittadino, quattro proposte di mozioni che affrontino le problematiche e propongano delle alternative alle inefficaci politiche fino ad oggi attuate a Roma.

Le 4 Mozioni si concentrano sui seguenti aspetti:
(i) Comprendere il fenomeno dei senza dimora, sperimentando delle inedite modalità di censimento tramite metodologie statistiche idonee ad una rilevazione rappresentativa.
(ii) Garantire il diritto alla residenza fittizia, superando la delibera n. 31/2017 e le prassi difformi che si verificano negli uffici anagrafici dei Municipi.
(iii) Derogare, in via generalizzata, all’art. 5 del decreto Lupi che sta privando migliaia di singoli e famiglie del diritto alla residenza e degli allacci ai servizi pubblici essenziali.
(iv) Abrogare il Regolamento di Polizia Urbana più repressivo d’Italia, ponendo fine alla criminalizzazione di poveri e marginali in nome del “decoro”.

Questa è la sfida che lanciamo alle amministrazioni di questa città! Adottare, subito, queste 4 mozioni per rendere Roma una città inclusiva, che sappia “camminare al passo del più lento”, senza lasciare indietro nessuno.