fbpx
Image Alt

Nonna Roma

Incontro con il Comune per il Selam Palace: chiediamo soluzioni immediate

Questa mattina, assieme alle persone che sono state sgomberate dal Selam Palace, abbiamo organizzato un presidio davanti al Dipartimento delle Politiche sociali del Comune di Roma, con l’obiettivo di riportare l’attenzione delle autorità sulla problematica in questione, per cui – ricordiamo – ad oggi 70 persone sono costrette a vivere per strada.

A seguito delle mobilitazioni intraprese negli ultimi giorni, il Dipartimento ha accolto la nostra richiesta di incontro proprio per poter affrontare il discorso dello sgombero al Selam Palace. Purtroppo siamo giunti a questa situazione, poiché le autorità hanno disposto tale intervento senza preventivare un piano alternativo per queste persone, abbandonandole senza pensare alle conseguenze.

All’incontro ha partecipato una delegazione rappresentante le persone sgomberate del Selam Palace e Nonna Roma. La discussione è stata lunga e complessa, ma abbiamo intavolato un dialogo con il Dipartimento che tenterà di analizzare e risolvere le diverse situazioni individuali delle persone interessate. Speriamo davvero che questo incontro porti ad azioni concrete nel più breve tempo possibile per salvaguardare la dignità di chi adesso sta vivendo in strada. Siamo pienamente consapevoli che problematiche così complesse non si risolvano unicamente a livello comunale, bensì determinate misure devono essere riviste anche a livello regionale e nazionale e soprattutto che la lotta debba coinvolgere più fronti, quali il reddito, la casa e la salute.

Per questo come Nonna Roma continueremo ad esigere risposte strutturali; noi non ci fermeremo e lotteremo a fianco di coloro che maggiormente subiscono decisioni e politiche inique e scellerate.

a

What You Need to Know About VoteStart

The perfect way to get a head start in your upcoming political campaign.

 
2976 Washington St
San Francisco, CA 94115
 

Seguici

Chip in now, every dollar helps in the crtical final moments of this campaign.

Fiona Anderwood