fbpx
Image Alt

Nonna Roma

Mosaico Roma | Saperi e proposte per sconfiggere le mafie e costruire giustizia sociale

Il 4 dicembre parteciperemo anche noi dalle ore 16:00 alle 19:30 online sulla pagina Facebook e sul sito della Rete dei Numeri Pari.

Si terrà online il 4 Dicembre il terzo appuntamento del percorso Mosaico Roma, promosso dalla Rete dei Numeri Pari e dedicato al tema della lotta alle mafie nella città di Roma: Saperi e proposte per sconfiggere le mafie e costruire giustizia sociale.

Dalle ore 16.00 alle 19.30 sui canali social e sul sito della Rete dei Numeri Pari sarà possibile seguire in diretta l’iniziativa.

Un obiettivo ambizioso e necessario, da raggiungere chiamando a raccolta associazioni, realtà sociali, sindacali, politiche, religiose giornalisti ed esperti, esperienze territoriali da tutta la città di Roma, per confrontarsi e discutere di una delle questioni centrali per il futuro della Capitale.

Tre tavoli di lavoro per parlare di economia e mafie, di periferie e disagio sociale, di educazione e giovani. All’iniziativa parteciperanno esperti, studiosi, magistrati, giornalisti, scuole pubbliche, associazioni, sindacati, parrocchie, cooperative sociali, case delle donne, comitati di quartiere, reti studentesche, centri di accoglienza, movimenti, per portare il proprio contributo e confrontarsi su uno dei temi centrali per il futuro della Capitale. Tra gli altri interverranno: Paola Di Nicola Travaglini, Vittorio Martone, Giovanni Tizian e Don Gianpiero Palmieri. I lavori saranno introdotti da Giuseppe De Marzo, Responsabile politiche sociali di Libera e conclusi da Luigi Ciotti, presidente di Libera e del Gruppo Abele Onlus.

Roma è una città che da decenni ha conosciuto una progressiva trasformazione economica, sociale e criminale, diventando un luogo strategico proprio per gli affari delle organizzazioni criminali. È il luogo degli investimenti delle mafie, delle relazioni e del potere della borghesia mafiosa. La città del mondo di mezzo dove la corruzione è una lingua parlata da tutti. Ma Roma è anche le sue periferie ormai trasformate nel “laboratorio” criminale delle cosiddette “piccole mafie”. Roma è oggi uno dei mercati di stupefacenti più ricchi del Paese, che offre opportunità di crescita ai clan locali, alle grandi organizzazioni criminali, alle mafie straniere.Un quadro drammatico che per anni sembra non aver rappresentato una priorità per chi governava Roma, oggi sempre più povera e disgregata, a causa di politiche sociali insufficienti, e nessuno può farcela da solo a cambiare questo stato di cose.

Per noi, cittadini-e, associazioni, reti sociali, comunità di fede, strutture di movimento, lavoratori e lavoratrici, operatori nel sociale, insegnanti, studenti e studentesse, famiglie, commercianti, imprenditori, migranti, contrastare le mafie diventa un esercizio di cittadinanza: e oggi siamo tutti e tutte chiamati a unire il nostro impegno per far crescere la consapevolezza e la partecipazione. Per queste ragioni ci ritroveremo insieme il 4 dicembre per approfondire la lettura del fenomeno mafioso nella città, riconoscere il lavoro di contrasto alle mafie delle esperienze sociali e sindacali, costruire proposte concrete per il futuro della città di Roma. Un futuro libero dalla violenza e dal potere mafioso.

Per maggiori informazioni clicca qui.

Fonte: Libera.it

a

What You Need to Know About VoteStart

The perfect way to get a head start in your upcoming political campaign.

 
2976 Washington St
San Francisco, CA 94115
 

Seguici

Chip in now, every dollar helps in the crtical final moments of this campaign.

Fiona Anderwood