fbpx
Image Alt

Nonna Roma

CASAXTUTTI: Termina il progetto per senza fissa dimora a Testaccio

Il 14 febbraio abbiamo aperto nel Centro anziani di Testaccio, che ringraziamo nuovamente, un ricovero per senza fissa dimora, mentre nelle settimane precedenti in città ne erano già morti piu di 10 a causa del freddo. Chiude questa esperienza che ha ospitato 11 persone, grazie al sostegno del Municipio Roma I e all’aiuto di una rete territoriale, fatta di associazioni e di realtà come il Tulipano Bianco, che ha finanziato le spese di sanificazione e ci ha permesso di mantenere la sicurezza sanitaria anche grazie al lavoro della cooperativa Assalto al Cielo, o come Slow Food e i ristoranti associati, i quali hanno messo a disposizione parte dei pasti distribuiti, e diversi altri esercenti di zona che hanno contribuito al progetto.
Un grazie speciale e doveroso lo dedichiamo alle decine di volontarie e volontari che hanno gestito quotidianamente questa esperienza.
In questi mesi nel centro di accoglienza abbiamo attivato una scuola di italiano – che rimarrà operativa – ed abbiamo intrapreso un lavoro di sportello sociale per la regolarizzazione dei documenti degli ospiti, nonché incentivato percorsi di inserimento sociale e lavorativo.
Questo spazio, nato per sopperire al problema del freddo, si è trasformato in un laboratorio e in uno strumento di riscatto sociale, perché oggi nessuno degli ospiti tornerà per strada e, soprattutto, quattro di loro hanno trovato lavoro, uscendo così dalla condizione di indigenza. E’ un modello che intendiamo replicare.
La comunità nata dall’aggregazione e dalla vicinanza tra operatori e assistiti è stata un ulteriore strumento per costruire un percorso insieme.
La nostra azione si è inserita in un contesto di sordità da parte delle istituzioni comunali: il piano freddo, oltre che insufficiente, non è mai veramente decollato, e non c’è stato un confronto con le realtà che si occupano di questi temi e le autorità preposte, nonostante le ripetute richieste.
In molti abbiamo proposto che il Comune si facesse carico di un accordo con gli albergatori, i quali avevano le stanze vuote a causa della pandemia, o che almeno provvedesse ad aprire la stazioni della metropolitana – su questo tema abbiamo raccolto 50mila firme su change.org e una mozione presentata in Assemblea Capitolina impegnava la Sindaca in questo senso.
Con la fine dell’emergenza freddo, diminuisce di conseguenza l’attenzione per le persone senza fissa dimora, in particolare da parte delle istituzioni, ma vogliamo sottolineare che sono diverse migliaia le persone costrette a vivere per strada, nel bel mezzo di una pandemia globale che continua a macinare centinaia di vittime al giorno nel nostro paese.
Noi continueremo a stare a fianco di chi vive per strada, affinché possa riscattarsi, tornare a decidere della propria vita e, soprattutto, vedere i propri diritti fondamentali rispettati.

Non ci fermiamo!

a

What You Need to Know About VoteStart

The perfect way to get a head start in your upcoming political campaign.

 
2976 Washington St
San Francisco, CA 94115
 

Seguici

Chip in now, every dollar helps in the crtical final moments of this campaign.

Fiona Anderwood